MacBook Pro16 – Prime impressioni

Nel post precedente, quello della non recensione del DELL XPS15, avevo parlato di averlo venduto per prendere finalmente un Macbook Pro 16pollici aiutato dagli sconti del Black Friday.

Ebbene, nonostante il DELL era un portatile molto molto ben fatto e che mi è dispiaciuto dar via, devo dire finalmente di aver trovato un macbook di grande qualità.

Non che i precedenti Macbook non erano di qualità anzi, ma in questo nuovo Macbook Pro apple ha finalmente ascoltato gli utenti e risolto molti problemi che avevano causato malcontento generale, molte persone avevano scelto di passare a windows e su youtube molti “infuencer” parlavano proprio di questa migrazione.

Effettivamente l’unica ragione forte per acquistare un Macbook nel triennio 2016/2019 era proprio macOS perchè il resto è stato un pianto quasi totale: Prezzi elevati, Mac Base con caratteristiche ridicole ed upgrade da rapina, prestazioni molto al disotto delle aspettative con GPU non adeguate e CPU con limiti termici evidentissimi, tastiera che oltre ad essere scomoda aveva enormi problemi per via dei tasti che si bloccavano… Diciamo che Apple ha avuto prodotti migliori….
Il macbook Pro del triennio 2016/2019 è stato anche quello del brusco passaggio alle porta Thunderbolt 3, che è stato molto doloroso perchè di punto in bianco ci siamo dovuti riempire di adattatori

Oggi, con questo nuovo Macbook, il gap si è un pò assottigliato. Come dicevo sopra finalmente apple ha ascoltato i propri utenti, a partire dalla tastiera (dove più che altro ha ascoltato il costo sostenuto per sostituire tutte le tastiere in cui rimanevano bloccati tasti random.), ma ha anche realizzato un macbook più grande, ottimizzando lo schermo. Inoltre, finalmente, ha realizzato macbook pro le cui versioni base sono di tutto rispetto, con SSD che finalmente partono da 512gb e GPU prestanti quasi come le Top della precedente versione.
Inoltre ha perfezionato la qualtà dell’audio che è diventata davvero impressionante, ha posizionato diversi microfoni sparsi per il case in modo tale che la qualità dell’audio registrato sia di tutto rispetto… Diciamo che in sostanza apple ha finalmente imboccato la strada giusta. Speriamo mantenga questa direzione!

E veniamo alle mie prime impressioni:

Personalmente mi sto trovando molto bene, la mia versione è la i9 base, dove finalmente trovo 1tb di SSD ed una GPU di tutto rispetto. Il mac si scalda ma non eccessivamente, in un utilizzo normale non sento quasi mai le ventole, che si acccendono solo quando utilizzo un programma abbastanza pesante. La Ram 16gb è il minimo sindacale, ma in questo caso l’upgrade costa ancora 480€ quindi ci si pensa 4 volte prima di spendere quasi 500€ cosi. Devo dire che per ora 16gb possono bastare, l’importante è avere un minimo di accortezza e non tenere aperte troppe app quando si lavora con la suite Adobe in modo pesante.

La tastiera è finalmente molto buona, non sono mai ruscito a digerire la vecchia perchè mi sembrava di digitare sul nulla, mentre questa finalmente ha un suo feedback, breve ma che comunque aiuta a rendere la scrittura più piacevole. Per quanto riguarda la scrittura credo di trovarmi molto bene perchè già dalle prime battute sto scrivendo molto velocemente, senza guarda la tastiera e senza commettere molti errori. Se devo trovarle un difetto però posso dire che i tasti risultano un pochino troppo scivolosi… sarà che quelli del DELL erano molto porosi ed al tatto si aveva una sensazione migliore, ma tant’è.

La batteria sembra buona, anche se non ho avuto modo di provarlo molto fuori casa sembra gestirsi bene.
Allo stesso modo sembra che ci sia un consumo molto bilanciato della ram, uno dei miei maggiori dubbi quando l’ho acquistato.
16Gb sono il minimo sindacale è vero, ma sono anche sufficienti per la maggior parte dei casi. In un utilizzo normale la memoria libera è sempre almeno la metà, e non dimentichiamoci che in questo utilizzo normale è considerato anche Google Chrome, molto famoso in quanto a consumo di energia e memoria.

La ram disponibile inizia a scendere quando si utilizzano programmi più pesanti, peggio se quelli della suite adobe ma anche in questi casi direi che il Mac da 16gb tiene botta molto bene. AL limite, se si vogliono le massime prestazioni, bisognerà avere l’accortezza di chiudere qualche applicazioni e molto spesso basterà chiudere chrome.
Sia chiaro: non ho notato nessun problema di rallentamenti nell’utilizzo del sistema operativo quando sono aperte molte applciazioni, semplicemente qualche piccolo ritardo di caricamento nel caso si utilizzi Lightroom, ma davvero nulla di considerevole…. chiudere altre applicazione è più un voler cercare le massime prestazioni empiriche piuttosto che una vera necessità dettata da rallentamenti.

Ad esempio, in questo momento sto usando Chrome con 2 pannelli aperti e tengo aperto anche l’app di slack, l’app di telegram, l’app di whatsapp, wunderlist, microsoft todo, evernote ed altri app. Potete vedere un piccolo resoconto qui:

Per quanto riguarda la connessione a monitor esterni devo purtroppo parlarvi di qualche problemino che ho riscontrato.
Ho avuto il Macbook pro 15″ del 2016, al quale connettevo un Dell 32″ 4k tramite un adattatore Kanex, sempre andato perfettamente, sempre in 4k a 60hz.

Ora con il Macbook Pro 16″ sto riscontrando dei problemi di compatibilità…. quei classici problemi che si avevano con il primo macbook pro thunderbolth.

Lo stesso adattatore Kanex non riusciva a tirare il dell 9 volte su 10. La maggior parte delle volte riproduceva le immagini a 30hz, a volte cambiando la risoluzione sembrava che la fluidità migliorasse un pò. Altre volte lo schermo neanche si accendeva e questo mi è sembrato cambiare in base alla porta thunderbolt alla quale connettevo lo schermo.

La cosa strana è che lo stesso adattatore, con lo stesso macbook non aveva nessun tipo di problema con un monitor LG 27″ 4k.

Insomma, i soliti misteri di compatibilità già conosciuti in precedenza, quello che mi scoccia è dover cambiare l’adattatore che fino a quel momento andava bene.

Sono quindi andato sul sicuro, acquistando l’adattatore originale Apple, direttamente dal sito apple. Quessto perchè di tale adattatore esistono due versioni di cui solo l’ultima compatibile con il macbook pro 16, e per essere sicuro di prendere proprio quest’ultima versione l’ho acquistato sullo store apple: 80€ per un adattatore….. problema risolto.

VI ho già parlato delle dimensioni?
Per via dello schermo maggiorato questo macbook è un pò piu grande rispetto al precedente 15 pollici. Lo schermo è visivamente piu grande ed il case lo si nota leggermente. Rimane comunque molto sottile e compatto tanto che nelle borse che gia avevo, compatibili con portatili da 15pollici entra senza alcun tipo di problema.

E parliamo della qualità audio… davvero incredibile. Gia il precedente macbook pro aveva una qualità audio superiore ad ogni laptop windows in commercio, ma la qualità di questo nuovo macbook è ancor più superiore. Il suono è potente, avvogente, chiaro e profondo. Non ci sono termini per descriverlo con la sicurezza che capiate quanto vi dico….il mio consiglio è andare in un apple store, mediaword o rivenditore apple per poterlo provare dal vivo. Resterete esterrefatti!

In conclusione, se dovete acquistare un macbook questo è decisamente il momento migliore per farlo. Il nuovo Macbook pro è potente,completo, ha eliminato i difetti del passato ed è finalmente più vicino all’utente offrendo le versioni preconfigurate più che adeguate ad ogni tipo di utilizzo senza dover cadere per forza nei prezzi esorbitanti degli upgrade apple.

La versione i9, 1tb ssd, 16gb ram la trovate su amazon al link https://amzn.to/2Qrbm0d . ed è il modello che più vi consiglio per via del 1tb di memoria interna e del processore i9.

C’è anche la versione i7 con 16/512gb . https://amzn.to/39gEPml

You May Also Like

About the Author: Alessandro Censi

Generazione millennail, quella di Pacman, di Sonic; quella del Sega Mega Drive e dei Cavalieri dello Zodiaco. Quella dei primi cellulari gsm. Oggi sono un Nostalgico che però si emoziona per ogni novità Tecnologica, che sia essa uno Smartphone, un prodotto Apple o qualsiasi altra diavoleria digitale. Insieme alla passione per la Fotografia c'è quella dei viaggi, che è sempre forte ed è fonte di emozioni ed esperienze.
Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: