USA ON THE ROAD 2.0 YELLOWSTONE E PARCHI 2019

 


Durante le ferie di Agosto sono tornato negli Stati Uniti dell’Ovest, sempre insieme a mia moglie con cui ero andato la prima volta.Ero già stato in zona 5 anni fa, ma all’epoca avevo dovuto saltare alcune tappe importantissime (Monument Valley ed Arches) per via di una fastidiosa febbre che mi costrinse a letto una giornata intera.Inoltre c’era sempre stata l’idea di visitare Yellowstone che avevo dovuto scartare nel 2014 perchè troppo a nord.All’epoca avevo preferito passare per la pacific coast, quindi andando da Las Vegas a da San Francisco passando prima per Yosemite e poi verso Los Angeles lungo la bug sur.

 

In questo viaggio invece, atterrando e ripartendo da Las Vegas, sono riuscito a visitare Yellowstone per ben 3 giorni….E sono felicissimo di aver fatto questa scelta!Yellowstone è un parco incredibile che deve essere assolutamente visto!Si tratta del primo national park Americano, è  molto grande ed al suo interno ci sono alcune delle attrazioni più belle e famose degli stati uniti.C’è la possibilità di fare diverse escursioni e passeggiate, anche semplici.La cosa bella dei parchi americani è che molti hanno delle  facilitazione per permettere di arrivare in posti difficili da raggiungere anche a chi non è atleticamente molto preparato, spesso praticabili anche con sedie a rotelle.

Le Passerelle al Norris Geyser basinLa bellezza di Yellowstone, almeno per i miei gusti, è dovuta anche al fatto che in estate la temperatura non è eccessiva come altrove, essendo abbastanza in alto ed abbastanza al nord l’aria è fresca, specialmente la mattina! Questo però non ha precluso al sole di procurarci qualche piccola ustione durante delle passeggiate! Anche gli altri parchi sono bellissimi, i cosiddetti “Parchi Rossi” sono quelli che possiamo trovare tra Utah Arizona e Nevada, mi riferisco al Grand Canyon, il Bryce Canyon, Arches, Canyonlands ecc..è difficile comunque spiegare le sensazioni che si provano durante un On The road Americano. Ci sono delle emozioni che sono uniche, forse perché nel nostro immaginario il vero on the road è quello americano, forse perchè ci trovami a tante scene, tanti luoghi e tante situazioni che già conosciamo grazie ai film americani. Non si può dire di trovare tutte cose nuove e diverse proprio perché oggi grazie alla tv siamo tutti un pò americani.

Però è sempre bello rivedere di persona piccole cose che magari neanche ce le ricordavamo.

Per fare qualche piccolo esempio… quante volte avete visto nei film mentre gli attori si fanno la doccia? Avrete sicuramente notato che la cipolla della doccia non è mai sopra la testa come invece lo è da noi, ma è situata un pò piu bassa con il getto al livello della faccia! bene quando andrete in america e vi troverete a farvi la doccia per la prima volta esclamerete “come nei film!”.

E questa esperienza si ripete in altre piccole situazioni che poi sono anche belle se le scoprite da soli invece di leggerle!

Questo è stato l’itinerario che spero possa tornare utile anche a chi vuole fare questo splendido viaggio on the road.

Piccolo Disclaimer: Questo itinerario è anche un pò diario di viaggio ed ho inserito anche dei consigli in base alla mia esperienza, quindi non stupitevi se troverete dei pezzi in cui parlerò in prima persona e dei pezzi in cui parlerò in seconda persona!

Altro piccolo disclaimer: Questo articolo è stato trasportato dal vecchio sito riprendendo gli appunti ed ha perso alcune foto e diversi link alle fonti da cui ho attinto le info e qualche mappa, la maggior parte delle info le ho trovate in https://www.viaggi-usa.it/ che vi consiglio di consultare perchè molto ricco di informazioni.

Ecco la mia esperienza:

GIORNO 1

volo Italia-Las Vegas

è sempre bello passare sopra la Groenlandia, un pò meno constatare di persona lo scioglimento dei ghiacci che è visibile ad occhio nudo.

 

.GIORNO 2

LAS VEGAS – Valley OF FIRE – SALT LAKE CITY 730km in 6.20h

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image.png

 

Punti di interesse durante il percorso: Valley Of Fire (da vedere) e Antelope Island (se c’è tempo)

Valley Of Fire, bella…. ma infuocata nel vero senso della parola!

 

GIORNO 3

SALT LAKE CITY – WEST-YELLOWSTONE 442km in 4,20 ore

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-1.png

Partenza molto presto, arrivo a West Yellowstone nel primo pomeriggio Check in nell’albergo dove si rimarrà per i prossimi giorni e Pomeriggio nel parco per potersi anticipare qualche attrazione.

Noi siamo andati a Norris Geyser Basin (dove saremmo dovuti andare il giorno successivo quando comunque ci siamo tornati per visitarlo con calma). Sulla strada di ritorno ci siamo fermati in alcuni punti panoramici, come le Gibbon Falls, dove comunque saremmo ripassati nei giorni seguenti perché di strada per l’uscita sul west Yellowstone.

 

 

GIORNO 4

Yellowstone

Tappe della giornata:

  1. Mammoth Hot Springs
  2. Norris Geyser Basin
  3. Monument Geyser Basin
  4. Beryl Spring
  5. Gibbon Falls

Mammoth hot  Springs: consiglio  di visitate prima di tutto le Upper Terraces, percorrendo anche l’ Upper Terraces Road Loop, molto bella e molto breve. Poi parcheggiate e visitate Canary spring. Successivamente riprendete l’auto e scendete alle lower terrace per visitare le altre attrazioni. Potete anche scendere dalla upper alla lower terraces a piedi, ma dovreste fare in fretta perchè ci vuole un pò di tempo.

Norris Geyser Basin: da visitare di ritorno dalle Mammoth (noi lo abbiamo visitato il giorno precedente ma lo abbiamo rivisitato).Cosiglio di andare prima verso la Porcelain Basin. appena entrati vedrete dalla collina quello che vi aspetta, il mio consiglio però non è quello di scendere giù seguendo il percorso più battuto, ma quello di svoltare a destra poco prima della discesa. Si tratta di un percorso poco visitato che gira intorno alla collina per poi sbucare nella Porcelain basin da destra, ricollegandosi poi con il percorso classico.Il Panorama sarà davvero emozionante!Di ritorno verso West Yellowstone consiglio di fermarsi alla Gibbon Falls, che troverete lungo la strada.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-2.png
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-3.png

GIORNO 5

Yellowstone

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-5.png

Tappe

  1. Gran Prismatic Springs (anche Overlook) /
  2. Upper Geyser Basin
  3. Old Faithful  e tutta la zona fino a Morning Glory Pool

Giornata molto bella e molto intensa, nonostante i km da percorrere in auto saranno relativamente pochi.Di prima mattina potete visitare il Gran prismatic Springs, per poi seguire un breve percorso nel bosco (ben segnalato, largo e molto visitato), per poter vedere la zona del gran Prismatic springs dall’alto.Successivamente risalite in auto per pochi km fino all’upper geyser basin.Infine dirigetevi verso Old Faithful, attendete l’eruzione del geyser nel caso sia prevista a breve ( nel visitor center ci sono dei cartelloni con l’orario di eruzione previsto), e poi iniziate un bellissimo percorso tra pozze fumanti e geyser, talmente tante e diversa una dall’altra da sembrare un esposizioni di tutte le forme esistenti.

Il percorso giungerà al termine arrivati al Morning GloryPool, la pozza piu famosa di Yellowstone, coloratissima  e non tanto grande! la passeggiata non sarà molto complicata quindi è pressoché un obbligo arrivarci! Se avete una bici potete anche evitare tutto il percorso tra i geyser passando per una stradina asfaltata che accorcia un pò le distanze. (che potreste anche fare al ritorno se siete a piedi)

 

 

GIORNO 6

Yellowstone -Gran Teton – Alpine

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-6.png

 


(5h con 325 km circa)Da West Yellowstone rientrando a Yellowstone andrete verso Il Gran Teton, passando prima da altre Attrazioni di yellowstone.

Al Canyon Village dedicheremo un pò di tempo per ammirare il panorama del fiume Yellowstone da diversi punti di osservazione.A nord ci fermeremo almeno su:

  • Grand View
  • Inspiration Point

Lato sud vanno visti:

  • Artist Point

Tutti punti visibili a pochi metri dal parcheggio auto. Se possibile bisogna però andare presto perchè ci sarà molta gente ed i posti nel parcheggio sono pochi.Proseguendo verso sud passeremo per 

  • Hyden Valley
  • Lake yellowstone.

Uscendo da Yellowstone verso sud passeremo per il Gran Teton National Park.Entreremo dalla Moose Entrance e passeremo per la strada panoramica  “Teton Park Road“. (non la 191)Punti importanti del Gran Teton da non dimenticare lungo il tragitto:

  • Jakson Lake Overlook passando dalla signal mountain scenic drive
  • jenny Lake
  • Mormon Row Historic District ( bisogna arrivare alla fine del parco e tornare indietro per qualche km sulla strada 191)
  • Alpine

 

 

 

 

GIORNO 7

Alpine -CanyonLands- Moab (800km in 7h e 25min)

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-7.png

Giornata tutta on the road, Dovremo Macinare quasi 800km in quasi 8 ore di viaggio, quindi partenza presto, in modo da poter arrivare nel tardo pomeriggio a  Canyonland e prima di cena a Moab.Questo Canyon mi ha davvero emozionato. Un Parco molto meno famoso dei parchi a lui vicini tanto che qualcuno non ne conosce neanche l’esistenza. Io stesso nella stesura del primo viaggio nel 2014 non lo avevo proprio considerato.
Sarà che siamo arrivati nel pomeriggio quando la luce iniziava a diventare rossa, ma questo è stato uno di quei momenti che avvengono spontaneamente e casualmente durante ogni viaggio che si rispetti, dove ti senti fortunato ad essere davanti a quello spettacolo della natura e cerchi di immagazzinarla il più possibile per non dimenticarla. Magari per portarla a casa e riutilizzarla nei giorni storti.

 

 

GIORNO 8

MOAB – ARCHES- BLUFF3h e 35min in 253km

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-7.png

Sveglia presto, Visita del Aches National Park  con calma, in auto con qualche camminata breve, poi in serata direzione bluff che è a 80km. A bluff ci sono un paio di posti dove mangiare, un supermarket, qualche albergo e null’altro… quindi se volete fare acquisti meglio farli a moab.

Arches è un parco molto bello, percorribile tranquillamente in auto. Alcune zone però vanno viste a piedi, come quella della Windows Road dove in poco spazio si concentrano diversi archi molto belli. La camminata è molto breve, il problema però potrebbe essere il caldo. In agosto è stata molto dura perché il sole picchiava forte e non c’era nessun punto di riparo dall’ombra, a parte gli archi. Ne vale però la pena perché è una zona molto bella, in 10/20 minuti si riesce a vedere tutto.

Turret Arch, nella zona della Windows Road

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-7.png

GIORNO 9Moab-Valley Of Gods- Monument Valley

Da Moab si visita la valley of Gods , una deviazione di 17 miglia che si snoda in un territorio desertico con molti moniliti sparsi durante il percorso.Vi consiglio di deviare per la Valley of Gods prima di arrivare alla Monument Valley.Si tratta di una deviazione di circa 30km in una stra che passa intorno a dei monoliti. Davvero bella e davvero poco trafficata, il turismo di massa tira dritto verso la Monument Valley lasciandosi scappare questa bellezza che sarà praticamente solo per voi!

 

 

La bella valley of gods!

Cliccate qui per avere maggiori informazioni riguardo questo percorso  https://www.viaggi-usa.it/valley-of-the-gods/

Si arriva poi alla Monument Valley. Prendere la camera al the view oppure al vicinissimo Goulding’s Lodge è importantissimo perchè permette di rimanere tutto il tempo che si vuole in questo posto magnifico. Inoltre permette di poter prendere parte ad un escursione a cavallo nelle ore migliori, al tramonto o di prima mattina.Visita del Circuito Monument Valley Fino al tramonto, vi aspetterà un paesaggio unico in tutto il mondo! una delle cose più belle che ho visto in questo viaggio nonostante le decine e decine di turisti  (e  come al solito gli italiani sono sempre quelli che si notano di più)

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-10.png

 

GIORNO 10

Monument Valley – Page- Horseshoes Bend- Antelope Canyon

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-11.png

Escursione a Cavallo di prima mattina nella Monument Valley. Le temperature non ancora esageratamente calde renderanno questa escursione unica e memorabile.Noi abbiamo scelto di fare l’escursione di prima mattina, alle ore 8, è stata senza ombra di dubbio l’attività piu bella del viaggio, quella che davvero vale la pena fare!Sognavamo da 5 anni la Monument Valley, da quando non avevamo potuto vederla, e  viverla cosi insieme ad un cavallo è stato davvero un sogno. Vi consiglio di prendere una guida tutta per voi, senza prendere parte alle uscite di gruppo. Cosi facendo vi godrete tutta la pace ed il silenzio che quel posto magnifico può dare.

Di tanto in tanto la guida vi darà delle informazioni interessanti, curiosità su chi vive ancora li, luoghi dove sono stati girati i film, vi requisirà anche lo Smartphone per farvi delle belle foto ricordo!

Un ‘esperienza indimenticabile quasi al pari del Kayak in mezzo agli iceberg che abbiamo fatto l’anno prima.

A passeggio per la monument valley, partenza poi in direzione Page dove visiteremo Horseshoes bend (portate molta acqua perché il percorso è sotto il sole cocente). Successivamente possiamo visitare Antelope Canyon (noi non lo abbiamo fatto perché lo avevamo gia fatto 5 anni fa.

GIORNO 11

PAGE-GRAND CANYON- KINGMAN 521km in 6h

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-12.png

Sveglia Presto Direzione Grand Canyon non prima di aver visto altre attrazioni intorno Page che non abbiamo visto il giorno precedente.Visitiamo con calma il Grand Canyon, poi nel pomeriggio direzione Kingman passando per la Route 66, facendo sosta nelle cittadine di:

  • Williams
  • Seligman
  • Hakberry
  • ed infine Kingmann, dove dormiremo.

Hackberry la ricordavo molto bella 5 anni fa, un supermercato in mezzo al deserto. Quest’anno, sarà che mi sono trovato nel bel mezzo di una comitiva di italiani, ho trovato molto caos, tanta gente e niente senso di desolazione che avevo provato la prima volta. Peccato. Forse la colpa era degli italiani, come al solito caciaroni e riconoscibili a distanza (brutta cosa gli italiani in comitiva all’estero).

GIORNO 12 Kingmann – Las Vegas

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-13.png

Da Kingmann direzione Las Vegas, Passando per Oatman, un paesino lungo la route66 che merita sicuramente un paragrafo.Per arrivare venendo da kingmann si passa da una stradina asfaltata me che si inerpica tra i monti. La vista è molto bella, bisogna solo fare un pò attenzione specialmente nei tornanti, dove lungo il lato destro c’è spesso un burrone. Comunque mantenendo la velocità entro i limiti potete andare tranquilli e godervi il paesaggio.Arrivati ad Oatman vi renderete conti di quanto americani siano gli americani 

Avete presente le classiche americanate acchiappa turisti? ecco, oatmann è questo.Un unica via piena di negozi in stile vecchio west che vendono souvenirs, qualche mulo a spasso giusto per dare un tocco di sobrietà, e qualche piccola attrazione come la miniera.
In sostanza si tratta di un posto che definirei stupido e finto, venuto su dal niente solo perché li ci passa la route66 ma che durante il tragitto potete vedere giusto 10 minuti  sgranchirvi le gambe. Arrivo a Las Vegas, poi a spasso per la strip.

 

Giorno 13

VOLO DI RITORNO Fine del viaggio…. purtroppo!!Con noi restano i bellissimi ricordi di questo bel viaggio on the road, sotto cieli azzurri e nastri d’asfalto che arrivano fino orizzonte ed oltre!

 

You May Also Like

About the Author: Alessandro Censi

Generazione millennail, quella di Pacman, di Sonic; quella del Sega Mega Drive e dei Cavalieri dello Zodiaco. Quella dei primi cellulari gsm. Oggi sono un Nostalgico che però si emoziona per ogni novità Tecnologica, che sia essa uno Smartphone, un prodotto Apple o qualsiasi altra diavoleria digitale. Insieme alla passione per la Fotografia c'è quella dei viaggi, che è sempre forte ed è fonte di emozioni ed esperienze.
Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: