Da Canon FF a FUJI

Vorrei raccontarvi il motivo che mi ha portato a passare a Fuji, perchè magari possa essere di aiuto a chi si è trovato nella mia stessa situazione.

PREMESSA

Mi sono avvicinato alla fotografia oramai diversi anni fà. Era il 2005 e se non sbaglio era uscita da poco la prima fotocamere Full Frame per tutti: La Canon Eos 5D.Allora fù una rivoluzione perchè era la primissima volta che un sensore digitale destinato al grande pubblico riusciva a raggiungere la stessa dimensione fisica della pellicola.Al suo tempo (ed anche attualmente) questo aveva molti vantaggi rispetto ai piu piccoli sensori APS-C.

Quando inziai ad avvicinarmi alle reflex decisi di acquistare Canon (dopo un breve inizio con una Konica Minolta) perchè mi piacevano le ottiche e vedevo che c’era un pò piu mercato anche nel settore dell’usato: Era il 2006 quando presi la canon 30D ed era il 2009 quando passai alla fantastica canon 5d mk2.
Il mondo Canon per me è stato sempre ricco di soddisfazioni, anche perchè con canon sono cresciuto fotograficamente. Ho avuto ottiche alle quali sono stato molto legato e che è stato davvero triste vendere, ottiche come il 24-105L o il Sigma 12-24.Canon ho realizzato i viaggi piu belli e portato a casa buone fotografie, inoltre  ho realizzato alcuni matrimoni.

Nel 2014 acquistai  la prima fuji, una fantastica Fuji XT1 con 18-55 presa un pò per curiosità ed un pò perchè cercavo qualcosa che mi permettesse di portarmi dietro una buona fotocamera ma rimanendo comunque leggero.Era una macchina molto bella ed affascinante, che ho tenuto per 2 anni e con la quale ho compiuto buona parte di questo percorso che mi ha portato alla migrazione definitiva.
 Inizialmente non fu proprio amore, un pò perchè il feeling naturale che avevo acquisito con Canon nel corso degli anni non lo ritrovavo subito in Fuji, un pò perchè sottovalutavo sempre la macchina  preferendogli le Canon Full Frame nel caso di foto “impotanti”.
Il vero punto di svolta non può che essere stata la presentazione della Fuji Xt2. Una macchina davvero seria, davvero performante e soddisfacente. Grande al punto giusto per non essere sbilanciata rispetto dalle ottiche e piccola al punto giusto da potersela portare quasi sempre in giro.
Non volendo liberarmi subito del corredo Canon , per un pò di tempo ho provato a gestire il doppio corredo……una pazzia!Pazzia che però ha avuto il vantaggio di farmi capire davvero la scomodità di avere due mezzi corredi.
Nel mio ultimo viaggio in cornovaglia infatti ho utilizzato scomodamente il doppio sistema, ho portato fuji xt2 +16-55 come tuttofare e canon 6d+16-35 per i paesaggistica.L’utilizzo è stato talmente scomodo e poco produttivo che al ritorno ho deciso di dover prendere una decisione seria, di dover fare quella scelta che stavo ponderando da tanto tempo ma che non avevo ancora preso per timore di sbagliare.
Con un pò di remore ho venduto tutto il mio corredo Canon, acquistando i corrispettivi Fuji.Nonostante la scelta sia stata davvero tanto ragionata, non nascondo che un pò di timore ancora c’era. Cosi ho iniziato a mettere alla prova il nuovo corredi Fujifilm

QUALITA DI IMMAGINE

Con la Fuji Xt2 ho fatto subito la prova definitiva senza avere la canon dietro. Dopo alcune albe ai piedi del  monte conero ho selezionato quella piu interessante e l’ho stampata in formato grande (30×45)Bene, l’immagine è davvero bella e perfetta. non ci sono tracce di quei piccoli difetti che possono venir fuori con i crop al 100% e mi ha fatto capire che il sensore FF non è più essenziale oggi.
Ma comunque le Fuji hanno bisogno di qualche accortezza in più rispetto alle altre marche. La Fuji è famosa per il sensore Xtrans del tutto particolare, che permette di avere un rumore digitale al pari con le Full Frame e che ha un “flawors” tutto suo e per certi versi unico, ma è famosa anche  per i suoi problemi con Lighroom. O meglio: Lightroom ha dei problemi con i sensori Fuji.Problemi che si stanno risolvendo sempre di più  ma tuttora Lightroom non lavora ancora bene i raw della fuji creando dei brutti artefatti visibili in crop.Questo può effettivamente essere problematico quando si parla di fotografia paesaggistica, un pò meno quando si parla di reportage, street e cerimonie. 

La X-t20, bellissima, piccolissima e qualitativamente al pari della xt2

Queste situazioni sono comunque facilmente sormontabili.Chi utilizza Capture one  non avrà nessun tipo di problema perchè è un software elabora molto bene i file Raw della fuji.Per chi vuole continuare ad utilizzare Lightroom, come faccio io, c’è l’ottimo Iridient XTrasformer, un programmino studiato appositamente per la demosaicizzazione dei file Raw delle fuji. Con soli 30€ questo software converte i Nef Fuji in DNG.
Anche il Workflow non subirà molti rallentamenti, se prima si importavano i raw in lightroom direttamente da SD impostando la cartella di destinazione delle foto, con iridient converto direttemente le foto presenti nella SD impostando il programma affinché salvi il file convertito in dmg direttamente nella cartella in cui voglio archiviare le foto. A quel punto aprendo lightroom basta aggiungere alla libreria senza copiare o spotare ulteriormente i file.
Dopo le varie stampe di prova che ho fatto  sono ancora piu soddisfatto della scelta, anche perchè le foto che escono dalla fuji mi stanno piacendo sempre di più, le ottiche sono fantastiche e non hanno nulla da invidiare alle mie vecchie ottiche Canon L.
Più passa il tempo e più mi rendo conto che molte discussioni che si leggono in giro sono davvero pippe mentali esagerate, roba da pixel peeper che molto spesso non trovano poi spazio nel fine ultimo della fotografia: La stampa.La fotografia è un arte bellissima che deve trasmettere un emozione e la fotocamera è il mezzo che permette di farlo. per un buon 95% dei casi un emozione non si  trasmette grazie ai crop al 200% che spaccano il pelo ma grazie alla mano del fotografo.Questo passaggio mi ha fatto capire questa importantissima e fondamentale cosa.

COSTRUZIONE E GESTIONE DELL’ATTREZZATURA

Un altra delle cose che un pò mi ha rallentato il passaggio a fuji erano le dimensioni.Essendo abituato alle reflex canon,  per uno stupido fattore mentale mi domandavo come poteva una macchina con un corpo (ed un sensore) cosi piccolo concorrere con i carri armati Canon 5dmk2 e 6d.Ma la dimensione ed il peso è stata anche una delle cose fondamentali che mi hanno fatto fare la scelta, sopratutto dopo averne comprovato le capacità.Con le fuji sulle spalle sembra si essere in un altro mondo dove le Reflex appartengono al passato della fotografia.Certo non sempre sono leggerissime perché montando un 50-140 f 2.8 sulla fuji Xt2 non è che ci sia  tutta questa differenza con una reflex.Ma a parte queste particolari ottiche, nella maggior parte dei casi si riduce drasticamente il peso. A livello paesaggistico non c’è confronto, Avevo la Canon 6D con il Canon 16-35 F4 ed ora ho la XT2 con il fantastico 10-24: Mi sembra di essere in paradiso. in un corpo cosi compatto e leggero ho tanta tanta qualità.  
Inoltre le ghiere delle fuji sono un piacere oltre che un divertimento ed una comodità. Impostare gli ISO, i tempi /diaframmi e compensare l’esposizione  si fà davvero al volo ed anche a macchina spenta.In questo caso, parlando di paesaggi c’è solo un piccolo ma sormontabile problema: le ghiere non sono illuminate e fotografare in notturna è un pò scomodo. bisogna avere una piccola luce dietro.
Prima di utilizzare una mirrorless Fuji non mi ero mai reso conto che avere le ghiere manuali ed un mirino elettronico che anticipa come verrà la foto  è davvero una comodità enorme! non tornerei mai piu indietro perché le possibilità sono  maggiori!Un esempio su tutti: fare un controluce con una siluette netta è davvero facilissimo con le fuji perchè basta agire sulla ghiera dell’esposizione.Nelle reflex bisognava impostare la misurazione spot, bloccare l’esposizione sulla parte più luminosa della fotografia e scattare sperando di essere riusciti a fare un buon contrasto.

PRESTAZIONI

Le nuove generarzioni Fuji (quindi Xt2,Xpro2, X100F, Xt20 ) sono davvero dei mostri di velocità. Parlo per la Xt2 e la Xt20 ma ho provato anche le altre,  la velocità di AF è davvero soddisfacente cosi come il periodo di buio tra una foto ed un altra è davvero ridotto. Nella xt2 impostando la modalità “boost” poi  questo gap tipico del mirino elettronico si riduce davvero al minimo e nell’uso quotidiano non è assolutamente un problema.Il mirino elettronico è tra i migliori in circolazione, è davvero grande e luminoso e permette di vedere bene anche di notte. Non mancadavvero nulla alla Fuji XT2 tanto da poter essere utilizzata anche in situazioni dove le prestazioni sono davvero importanti, come nelle foto di matrimonio o nello sport.

Concludendo e tirando le somme, sono davvero felice di aver fatto questo passaggio; Contrariamente ai miei timori iniziali con  il sistema fuji mi trovo davvero bene, mi diverto ed è riuscita ad alimentare ancora di piu in me la passione per la fotografia. Non esco piu senza una fotocamera visto il peso ridotto e grazie a corredo unico ho potuto focalizzarmi sull’avere una buona attrezzatura per tutte le occasioni che ho quasi completato.
Per rendervi meglio l’idea, con Canon Avevo:
Can

  • Canon 6D
  • Canon 24-70 f2,8
  • Canon 16-35 f4
  • canon 70-200 f2,8
  • canon 100/400
  • sigma 12-24
  • Canon EOS 5D MK2

Tutta questa attrezzatura Canon l’ho sostituita con questa attrezzatura Fujifilm:

  • Fuji XT2
  • Fuji XT20
  • Fujinon 10-24 F4 OIS
  • Fujinon 50-140 F2.8 OIS
  • Fujinon 18-55 F2.8-F4 OIS
  • Fujinon 35mm F1,4

You May Also Like

About the Author: Alessandro Censi

Generazione millennail, quella di Pacman, di Sonic; quella del Sega Mega Drive e dei Cavalieri dello Zodiaco. Quella dei primi cellulari gsm. Oggi sono un Nostalgico che però si emoziona per ogni novità Tecnologica, che sia essa uno Smartphone, un prodotto Apple o qualsiasi altra diavoleria digitale. Insieme alla passione per la Fotografia c'è quella dei viaggi, che è sempre forte ed è fonte di emozioni ed esperienze.
Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: